Riccardo Tammaro

Nato a Milano, dopo la laurea a pieni voti in Scienze Matematiche all’Università degli Studi di Milano, ha svolto una professione di stampo tecnologico e manageriale per più di vent’anni in una multinazionale di informatica, a cui ha sempre affiancato un profondo interesse ed amore per la propria città.
Nel 1982, assieme ad alcuni amici, tra cui lo scrittore Roberto Bagnera, ha dato vita alla Fondazione Milano Policroma, un’associazione nata con lo scopo di far conoscere Milano a tutti coloro che vi risiedono o vi transitano.
Per conto della Fondazione, Tammaro ha collaborato fin dal 1983 con varie testate giornalistiche, da quelle zonali, quale ad esempio “Il Dialogo”, a quelle cittadine, quali “La Martinella di Milano” e “Itinera”. Attualmente collabora con i periodici “Quattro”, “Milanosud”, “Dai Nostri Quartieri” e “InArte”; dirige inoltre il trimestrale MilanoCultura, da lui stesso ideato nel gennaio 2004, ed ha contribuito a numerose mostre fotografiche esponendo le proprie immagini di soggetti milanesi. Viene spesso invitato a partecipare, in veste di relatore o moderatore, a conferenze e convegni di vario taglio, da quello storico a quello culturale o sociale.
Ha scritto cinque libri su Milano: “Trekking Urbano in zona 4”, “La Fiera di Milano - a spasso nel tempo” (con Francesco Ogliari), “Borghi e cascine della Zona 4”, “Borghi e cascine della Zona 5” e “Antichi Borghi della periferia milanese (con il fotografo Roberto Visigalli), oltre ad un e-book dal titolo “10 anni di MilanoCultura: una città fuori dal (luogo) comune”; ha inoltre fornito contributi a numerosi volumi della collana “La Milano della Memoria”, ai pieghevoli della collana “Centomilano” e ai libri “Storie Industriali”, “Nube e Luce” e “Una comunità in cammino”, edito per il centenario della chiesa di Santa Croce.
Oltre che presidente della Fondazione Milano Policroma dal 2001 al 2013, è stato Responsabile Cultura della Consulta Periferie Milano dal 2007 al 2011 e membro del Consiglio Direttivo del “Comitato Cascine Expo 2015” dal 2011 al 2012.
Attualmente ricopre la carica di Presidente Emerito della Fondazione Milano Policroma, per conto della quale nel 2010 ha ritirato l’Attestato di Benemerenza Civica del Comune di Milano (anche detto Ambrogino d’Oro).
Nominato nel 2010 Ambasciatore Culturale dell’America Latina, nel 2016 gli è stato conferito il premio alla virtù civica “Panettone d’Oro”.